Noto

Noto è un piccolo gioiello barocco

noto sicilia sicily duomo cattedrale
noto barocco sicily vacanza sicilia
noto sicilia sicily siracusa infiorata

Noto è un piccolo gioiello barocco arroccato su di un altopiano che domina la valle dell'Asinaro, coperta di agrumi. La bellezza di Noto è racchiusa nei suoi monumenti e palazzi storici, che vi stupiranno per l'armonia delle loro forme e per la ricchezza e pomposità architettonica.

La città, battezzata capitale del Barocco per il suo importante centro storico, è stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO nel 2002. La storia di Noto è molto antica e vanta origini risalenti all'età del Bronzo. Divenuta colonia siracusana, sotto Gerone II, e poi possesso dei Romani, passò sotto il dominio prima bizantino e poi arabo.

Noto crebbe in particolar modo sotto Ferdinando d'Aragona, conquistando il titolo di città ingegnosa, fino a quando fu colpita da un terribile evento, il terremoto del 1693, che atterrò le sue antiche strutture, lasciando ovunque macerie e terrore. Ricostruita con fatica e con l'intervento di molti, solo recentemente è riuscita a rilanciare la sua immagine puntando sul turismo e sull'arte. Oltre che per i palazzi barocchi, Noto è famosa per la Villa del Tellaro, antica dimora romana, che conserva oltre alla struttura architettonica alcuni mosaici, e per alcuni eventi, quali l'Infiorata, che si svolge ogni anno, la terza domenica di Maggio.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per offrirti servizi in linea con le tue preferenze o inviarti pubblicità. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando un suo qualsiasi elemento, acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per ottenere maggiori informazioni o se vuoi rifiutare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui.

OK. Chiudi